La stanza da bagno per il B&B

La stanza da bagno: tra praticità e benessere.

In casa la stanza da bagno gioca un ruolo importantissimo per il confort di chi la abita.

Un tempo relegata a stanza funzionale, dove l’importante era che non mancasse nulla di ciò che serviva per svolgere le funzioni a cui era adibita e poco curata dal punto di vista estetico, è oggi a tutti gli effetti una stanza come tutte le altre, da arredare con cura e da mostrare con orgoglio ai nostri ospiti.

La stanza da bagno è ormai diventata una stanza dedicata al benessere ed al relax; anche quando non è possibile inserire vasche per l’idromassaggio, piccole saune o altri elementi tipici dei centri benessere, non possiamo dimenticare la sua funzione di stanza dedicata al relax.

Sopratutto quando si è in viaggio, la stanza da bagno assume un ruolo fondamentale per riuscire a rimettersi in forma dopo una giornata sicuramente piacevole ma stancante.

In questo caso la sensazione di benessere dovrà essere trasmessa dai dettagli, dalle scelte dei materiali, dall’illuminazione, dai colori. Creare armonia, può sembrare facile, ma non lo è affatto e diventa ancora più difficile quando non sarà una sola persona o una sola famiglia ad utilizzare il bagno.

Nel caso di un B&B, dove c’è un continuo susseguirsi di persone nuove, con abitudini differenti, la scelta dei materiali dovrà tener conto non solo dell’estetica ma anche della robustezza, della resistenza all’usura e del possibile utilizzo improprio degli arredi.

Tutte queste scelte dovranno essere fatte all’interno di un progetto che riesca a prevedere ogni disattenzione da parte del fruitore, che all’interno della stanza da bagno potrebbe trasformarsi in un vero disastro.

La vasca da bagno è sicuramente l’elemento del bagno che immediatamente trasmette l’idea di relax, ma non sempre le dimensioni del bagno permettono di inserirla ed inoltre presuppone una costante pulizia che la rende poco pratica.

Non disperiamo però: una comoda doccia con cabina non risulterà meno piacevole.

Vediamo come sceglierla:

Se lo spazio lo permette opterei per una doccia walk in più semplice da tenere pulita perché protetta da un’unico vetro.

Attenzione però al piatto doccia: meglio evitare l’elegante piatto filo pavimento, una piccola disattenzione e rischiamo di allagare l’intero bagno.

A questo proposito suggerisco di prestare molta attenzione anche alle porte interne, meglio sceglierle resistenti all’acqua e facili da pulire come ad esempio  Portapiù di COLFERT. Una porta pensata per ambienti pubblici ma che nella versione a battente si adatta perfettamente anche ad una clientela privata.

Il bagno dovrà essere un ambiente rilassante per tutti i nostri ospiti, indipendentemente dal gusto personale, quindi meglio scegliere colori neutri e tenui che fra l’altro corrispondono alle nuove tendenze, con il ritorno del colore anche per i sanitari.

Per i materiali, a mio parere, benessere è sinonimo di natura. Quindi approvati per rivestimenti, pavimenti ed accessori, tutti i materiali naturali come pietra e legno. Peccato però che questi materiali siano anche particolarmente delicati e necessitino di cure ed attenzioni perché si mantengano in buono stato a lungo.

Nel caso di un B&B meglio scegliere piastrelle o lastre effetto pietra o legno; ormai ne possiamo trovare di così belle che anche un occhio esperto potrebbe, a prima vista scambiarle con pietra o legno naturale. In questo modo, senza perdere nulla dal punto di vista estetico, avremo un materiale di facile manutenzione e più resistente.

Parlando di sanitari, sempre per praticità ed igiene, senza rinunciare all’estetica, orientiamo la nostra scelta su un vaso senza brida, ovvero senza la rientranza al di sotto del bordo, questo naturalmente facilita la pulizia ma ha un piccolo inconveniente: l’acqua potrebbe più facilmente uscire fuori se il getto non è ben calibrato, ma niente paura basta un’installazione fatta a regola d’arte per ovviare a questo inconveniente.

Non dimentichiamo che un’atmosfera piacevole si crea anche con piccoli dettagli decorativi, una pianta ad esempio, oppure un quadro, un piccolo sgabello o una poltroncina se lo spazio lo permette.

Una cosa molto importante, che spesso viene dimenticata quando si tratta di bagni dedicati a soggiorni brevi, sono gli spazi di appoggio. Non sapere dove appoggiare i propri oggetti personali, che sia l’occorrente per il trucco per le donne, il rasoio e quant’altro per la cura della barba per gli uomini, crea immediatamente una sensazione di disagio che annullerebbe tutti gli sforzi fatti per arredare il bagno.

In ultimo, ma non meno importante l’illuminazione: non limitiamoci al solito punto luce a soffitto, al centro della stanza ma differenziamo l’illuminazione in base alle varie funzioni senza dimenticare anche qualche luce d’accento che crei atmosfera. Per approfondire l’argomento illuminazione leggi “Come illuminare la zona trucco

Hai domande? Non esitare a contattarmi  tramite e-mail o WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *