Che cos’è un render?

Roberta stai scherzando vero!?

Sul serio credi che esista ancora qualcuno che non sa cos’è un render?

Aspetta, aspetta, lo so, ormai il termine render è entrato nel linguaggio comune, grazie anche alla diffusione di software di rendering disponibili gratuitamente on line.

Gli stessi programmi che tutti noi abbiamo provato ad utilizzare almeno una volta, hanno contribuito a dare al grande pubblico di non addetti ai lavori un’idea sbagliata di render.

Ho iniziato a prenderne consapevolezza tempo fa, quando mi sono iscritta ad un sito che fornisce preventivi gratuiti.

Subito dopo l’iscrizione hanno iniziato ad arrivarmi, da parte di persone che stavano ristrutturando od arredando casa, richieste di preventivi per il render di una stanza o di un intero appartamento.

Mi chiedevano il render ma in realtà si aspettavano di ricevere un progetto.

Ma allora cos’è un render?

Navigando sul web ho trovato questa definizione che riporto testualmente

… il render non è altro che una rappresentazione digitale che nasce da un modello tridimensionale al quale sono applicate texture di materiali reali, il tutto illuminato da luci che simulano il comportamento di fonti naturali ed artificiali”

Cosa, cosa? Il render nasce da un modello tridimensionale?

Ma questo significa che prima del render è necessario costruire un modello tridimensionale!

E come faccio a costruire un modello tridimensionale se a monte non c’è un’idea progettuale?

Roberta, vuoi dire che non può esistere render in assenza di un progetto?

Proprio così!

Torniamo alla nostra definizione “… al quale sono applicate texture di materiali reali”

Ma quali materiali applichiamo al nostro modello tridimensionale?

Texture di materiali indicati da te o scelti dal progettista/

renderista?

Scelti a caso? Solo seguendo un’idea estetica finalizzata a realizzare una bella immagine da guardare o seguendo un’idea progettuale?

Lo so stai pensando, ci mancherebbe altro, stiamo parlando della mia casa! Non deve essere semplicemente una bella immagine da ammirare!

Minimo deve essere bella da vedere, funzionale da vivere, pratica da tenere in ordine e dobbiamo riuscire a far stare, cucina, pranzo soggiorno in 18 mq, e ci piacerebbe pure starci comodi e riuscire a riporre tutta la batteria di pentole ed il corredo di porcellane che ci ha regalato la zia Pina, per il matrimonio.

Ed i colori dovrebbero essere quelli che mi fanno stare bene ma li vorrei anche alla moda e soprattutto vorrei non correre il rischio che possano stancarmi ma … non so proprio quali potrebbero essere.

Ma allora avevo capito bene! Non vuoi solo un render, vuoi proprio un progetto!

Non dimentichiamo le luci!

Importantissime in un render ed ancora più importanti nella realtà!

Ma allora dillo che vuoi anche la progettazione della luce!

O forse no, mi sono sbagliata, non vuoi un progetto, vuoi davvero solo vedere come starebbe il letto davanti all’armadio.

In questo caso ci sono tantissimi software on line che ti danno la possibilità di divertirti a spostare gli arredi (messi a disposizione dal programma) da una parte all’altra della stanza ed il tutto, udite udite! Gratis!

Il progetto redatto da un designer, invece ha un costo, ma vale tutto quel che paghi!